Festa Madonna della Salute

Gruppetto festa della Madonna

Domenica scorsa, 26 novembre, in occasione della Madonna della Salute, patrona di Misurina, abbiamo avuto la gradita possibilità di ritrovarci, ancora una volta, al Villaggio Pio XII di Misurina.

Tanti di noi sono saliti, eravamo 14 famiglie, per un totale di circa 30 persone.

Siamo stati accolti calorosamente dall’Istituto, dalle Suore, dal Rag. Lino Bianchi e dal nostro Don Sergio e anche da una splendida giornata di sole, che ha reso tutto più bello.

L’occasione del nostro ritorno, ci è stata data dall’inaugurazione dei lavori che sono serviti ad adeguare e rinnovare i locali del primo piano del nostro mitico Istituto.

Sono stati creati spazi nuovi per gli ambulatori, i laboratori e le stanze per le suore.

Abbiamo partecipato alla Santa Messa e al successivo momento di presentazione del libro di suor Domenica nella sala Luca Squarcia e abbiamo assistito alla inaugurazione ufficiale dei nuovi locali posti al primo piano della Casa di cura.

Un grazie a chi è arrivato dalla Liguria, dalla Lombardia, dall’Emilia, dal Veneto e dall’Alto Adige.

Al prossimo appuntamento. Ciao. Vittorio Gherri

Marostica 2

Grande festa a casa di Giuseppe.

Domenica 24 settembre, complice una splendida giornata di sole, eravamo in tanti a condividere la nostra Amicizia.

da Giuseppe a Marostica

Ospiti dell’Amico Giuseppe, abbiamo passato alcune ore di piacevole compagnia tra ricordi e risate.

Gustando le prelibatezze preparate sul momento e quelle che ciascuno aveva portato con se, abbiamo programmato altri incontri che ci vedranno protagonisti a partire dall’incontro di novembre prossimo e dalla fiaccolata del 2007.

Grazie a tutti per la  partecipazione,  per l’impegno, per i chilometri di strada che avete percorso per essere presenti.

Al prossimo incontro.

Fontanellato

davanti al santuario di Fontanellato

Accolti da Don Angelo e da Don Sergio, il 30 aprile 2006, il Consiglio (allargato agli Amici limitrofi) si è ritrovato a

Fontanellato per un momento di discussione e di programmazione.

Dopo la S. Messa ci siamo incontrati nella sala parrocchiale. Erano presenti per la prima volta tre nostre gradite conoscenze: Cesare, Gianfranco e Liù che non rivedevamo da oltre 25 anni.

Dopo i calorosi saluti, abbracci e le immancabili foto, abbiamo approfittato delle specialità culinarie di un noto Ristorante del posto.

Grazie agli Amici che ci hanno raggiunti anche da lontano.

L’Informazione di Parma

di Sara Terenziani

Amici di Misurina, l’associazione dei malati

CRONACA di PARMA L’INFORMAZIONE

VENERDÌ 17 MARZO 2006

E’ nata nel 2004, ha sede a Montechiarugolo e raggruppa persone che soffrono della stessa patologia

Il vicepresidente: Uniti dal fatto di condividere problemi e disagi»

La malattia a volte unisce e altre volte può donare.Per questo nell’ottobre del 2004 nasce l’associazione Amici di Misurina.

Un gruppo di persone affette da asma che tra il 1975 e il 1980 hanno trascorso un periodo all’istituto Pio XII di Misurina, l’unico centro in Italia per la cura, la diagnosi e la riabilitazione dell’asma infantile. Bambini per un periodo lontani da casa ma felici. Solo lì potevamo sentirci al pari degli altri – racconta Vittorio Gherri, vicepresidente dell’associazione con sede a Montechiarugolo – Giocare e andare a scuola, vivere insieme respirando normalmente addirittura, nei casi meno gravi, senza farmaci ci ha profondamente unito nel tempo» così come la forte passione per la montagna che le Dolomiti ci hanno trasmesso».

Ricordi impressi come fossero una cartolina da spedire a chiunque si senta parte di questa esperienza e voglia ancora una volta riviverla. Oggi contiamo circa 100 iscritti – prosegue Gherri – e cerchiamo di incontrarci periodicamente».

A gennaio ci siamo trovati per la seconda fiaccolata dell’amicizia con gli sci, che ha coinvolto anche i ragazzi attualmente ricoverati». Un rapporto ancora forte con il Pio XII che ogni volta mette a disposizione dell’associazione spazi e tempo» e presto vedrà ritornare i suoi ex a fine maggio» in occasione dell’inaugurazione del primo piano dopo i lavori di ristrutturazione». Una casa di cura che,nonostante la distanza, è molto vicina alla nostra città.Infatti nel 1945 la Diocesi di Parma acquistò il Grand Hotel Savoia per farne una casa di accoglienza per i bambini e successivamente l’istituto venne adibito per ospitare ragazzi con problemi respiratori. Nel 1970 il parmigiano Gino Baronio si fece promotore della “Casa di cura per l’asma” di cui ne diresse le redini per 27 anni.

Allergie, ne soffrono due parmigiani su tre

Arrivo della primavera e mutamento ambientale le cause principali

Il 27 per cento dei pazienti visitati soffre di asma. L’esperto Dall’Aglio: Il sintomo più frequente è l’oculo rinite, caratterizzata da raffreddore e congiuntivite»

PER SAPERNE DI PIÙ

Il convegno

Si terrà a Parma, al Starhotels du Parc, dal 5 all’8 aprile l’undicesimocongresso dell’Associazione nazionale di Aerobiologia.”Reti di monitoraggio,calendari pollinici e sistemi revisionali”, “Influenza dei fattori ambientali e climatici sulle patologie respiratorie” e “Terapia farmacologia delle malattieallergiche ed aero-trasmesse” saranno alcuni dei temi del comitato scientifico presieduto dal docente Pier Paolo Dall’Aglio. Per informazioni contattare il numero 081.229681.

Il web

www2.unipr.it/~patmed/istituto.htm: per consultare la concentrazione pollinica e di spore fungine nell’aria rilevate da un’equipé dell’università che fornisce previsioni settimanali aggiornate ogni mercoledì.

Visitate il sito www.amici-misurina.org per contattare l’associazione Amici di Misurina, e trovare informazioni su iniziative e programmi.

Visitate www.misurinasma.it: per conoscere attività e servizi dell’istituto Pio XII di Misurina.

Repubblica.it

Siamo presenti anche in internet, riporto questo testo di Repubblica.it:

LAGO DI MISURINA (Veneto)

Salverei sicuramente il lago di Misurina in provincia di Belluno, perchè mi ricorda la mia infanzia. Ho trascorso in quel luogo incantevole quattro anni dai 10 ai 14 al villaggio alpino di misurina, forse non tutti sanno che in questo villaggio che ora è divenuto ospedale dove si curano e si curavano i bambini asmatici. Grazie all’aria pura che si trova in quella valle incantata io e moltri altri bambini asmatici come me sono guariti e guariranno dall’asma. Il paesaggio è incantevole, si vedono le tre cime di lavaredo, il monte sorapis, i cadini, il monte piana prima linea durante la grande guerra. Suggerisco vivamnte a chi non è mai andato di andarlo a visitare.
Aman Gambetti